mercoledì 15 aprile 2015

Lista nascita, i miei consigli

Foto tanto pessima (come qualità) quanto intensa
Quand'ero incinta ho scoperto la recente usanza di fare la lista nascita in un negozio, come avviene per i matrimoni. Molto utile in quanto permette di selezionare personalmente le varie cosine, evitare doppioni nonché oggetti giganti se si vive in una casa mignon, come nel nostro caso. Peccato che se arrivate dalla luna come me, farete comunque una selezione errata, se non completamente, almeno in parte.

Ecco, col senno di poi, i miei consigli su ciò che serve realmente nei primi mesi di vita del pargolo: 
  • una culla, meglio ancora se di quelle che si uniscono al lettone. Risparmierete la fatica di dovervi alzare ogni volta che il pupo si sveglia e basterà aprire un occhio per controllare che sia tutto a posto. La cameretta completa di ogni dettaglio la potete scegliere in seguito, con calma e in base alle vostre necessità, che scoprirete solo giorno dopo giorno (leggere tra le righe: non fate come me, il lettino, scelto secoli prima che nascesse Beatrice, giace da mesi e mesi in garage, smontato e mai utilizzato);
  • un fasciatoio portatile, magari un po' spesso così che sia bello morbidino, perfetto da appoggiare su ogni superficie e da portarsi appresso nei vari spostamenti;
  • marsupio o fascia? Ho provato entrambi e mi sento di suggerire assolutamente la seconda. Ne esistono di vari tipi, trovate quella che fa per voi, magari aiutate da una consulente del portare. Non ve ne pentirete e la vostra schiena vi ringrazierà. Inoltre, sarà decisamente più comodo anche il pargolo e, soprattutto, sorretto nella posizione più corretta;
  • il cuscino da allattamento. Di quelli non preformati, così si adatta meglio alle vostre esigenze. Un valido aiuto già in gravidanza per dormire più comodamente; dopo, per sorreggere il cucciolo mentre poppa senza che vi affatichi troppo le braccia o, ancora, per appoggiare la vostra schiena se allattate al seno e da sdraiate (si, non è da me, forse un cuscino qualunque potrebbe andare bene lo stesso, però me l'hanno regalato e ora non potrei più vivere senza!);
  • un seggiolino per l'auto sicuro. Io ho consultato questo sito per controllare i crash test e scegliere consapevolmente;
  • vestitini vari, ovviamente (e body e giacchine e scarpine e calzine e bavaglini e...). Uno più irresistibile dell'altro, lo so. Se riuscite, però, contenetevi! I neonati crescono ad una velocità tale che non farete in tempo a fargli indossare ogni capo che acquisterete e vi rimarranno lì, con tanto di etichetta;
  • un paio di letture in assoluto: "Besame Mucho" di Carlos Gonzales e "Io mi svezzo da solo!" di Lucio Piermarini. Il primo - meraviglioso - da procurarsi già in gravidanza, volendo; il secondo tratta di autosvezzamento: leggetelo per tempo, così da essere preparati quando il pediatra (9 su 10) vi dirà di cominciare con la frutta a 3-4 mesi, così potrete scegliere consapevolmente la vostra strada.
Mi credete se vi dico che la lista finisce qui? Non serve davvero nient'altro ad un neonato, se non la vostra presenza, il suono della vostra voce, le vostre coccole. Il battito del vostro cuore, che l'ha cullato per 9 lunghi mesi.
Rilassatevi e godetevi questa meravigliosa avventura.



Questo post sostiene l’evento #BancoInfanzia, promosso da Mission Bambini, che si svolgerà il 18 e 19 aprile in 130 negozi Prénatal per aiutare i bambini in difficoltà in Italia. Per partecipare alla raccolta di prodotti per il cambio, la pappa e la nanna:  www.missionbambini.org/banco-per-l-infanzia

4 commenti:

  1. Anch'io avevo fatto una lista nascita e in questo modo ho evitato di ricevere regali doppi o (per me) inutili. Concordo con le tue scelte!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo sulla stessa lunghezza d'onda! :)

      Elimina
  2. Io intanto che aspetto settembre prendo nota :)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, spero di esserti stata utile!

      Elimina