sabato 17 settembre 2016

Organizzare una festa di compleanno in casa

Il prossimo mese le mie sorelline (gemelle) compiranno 12 anni. Abbiamo esattamente vent'anni di differenza e, grazie a questo, ho potuto godermele proprio tanto.
La mia bimba, dal suo canto, ha la fortuna di avere delle zie giovanissime, che giocano molto con lei, in un misto di "maturità" portata dai 9 anni in più, e spensieratezza tipica dell'essere ancora un po' bambino. I loro sono giochi veri, ricordi ancora freschi di quando erano più piccole. Lei le adora come nessun altro.

Anche per loro, come per Beatrice, abbiamo sempre festeggiato il compleanno a casa. Nonostante il grande lavoro che comporta la preparazione - ma anche il durante e il dopo! - la riuscita è sempre assicurata. Gli ospiti - parenti e/o amici che siano - sono sempre a loro agio e le festeggiate anche.

MA COME SI ORGANIZZA UNA FESTA IN CASA?


Innanzitutto si sceglie un orario che sia un po' comodo per tutti, che normalmente corrisponde all'ora della merenda.

Si allestisce un buffet che non richieda ore di preparazione (e questo non è così semplice!), ma che garantisca una buona varietà di cibi per accontentare grandi e piccini e, dunque, un buon successo: tramezzini, pizzette, torte salate, ma anche macedonia, hummus di ceci da accompagnare con dei crostini, verdure grigliate. Noi non ci facciamo mai mancare anche un'insalata di pasta o di couscous. E poi la torta: si può creare una crostata alla marmellata con la forma del numero degli anni del festeggiato, o prepararne una col pan di spagna, farcendola a nostro piacere (panna, crema pasticcera, frutta fresca,...) o anche un semplice e sempre apprezzato plumcake con le gocce di cioccolato.

Si pensa a delle decorazioni semplici: scritte di auguri con il cartoncino colorato e i brillantini, ghirlande di carta crespa e gli immancabili palloncini, apprezzati ancora a 12 anni. Con questi ultimi ci si può sbizzarrire tra forme, colori e stampe. Si possono appendere in casa o in giardino, con o senza elio.  Con l'elio otterremo delle decorazioni fluttuanti e divertenti. Chi ha la fortuna di avere un esterno in cui giocare durante la festa (ed è, ovviamente, nato in estate!), può pensare di riempirne qualcuno con l'acqua e scatenare una battaglia di gavettoni!

Giochi. Per i primi anni è sufficiente mettere a disposizione quelli che ci sono in casa, facendo prima un'accurata selezione. Quando i bimbi iniziano ad essere più grandicelli, invece, si possono organizzare anche dei giochi collettivi, a seconda dell'età degli invitati: visual game, il mimo, indovina la parola, bandiera, strega comanda colore, mari e monti*, i gavettoni menzionati prima.

Quando il numero dei piccoli invitati cresce, è carino pensare anche a lasciare dei ricordini a fine festa, i cosiddetti favors. Se, come me, preferite evitare di distribuire caramelle, potete optare per bolle di sapone, biscottini preparati insieme, washi tape, gomme colorate per cancellare, formine per giocare col pongo, palloncini gonfiati con l'elio e legati al polso dei più piccini.

Questi sono i nostri ingredienti per una bella festa in casa, se poi avete qualcuno che vi aiuta nella preparazione, tanto di guadagnato! ;)



*questo gioco viene chiamato in diversi modi, quello più comune potrebbe essere "nomi, cose e città"

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...