venerdì 16 dicembre 2016

Letterina di Natale

Caro Babbo Natale, non me ne volere, ma a te ha già scritto Beatrice. 

Ora tocca a me, e mi hanno indicato un'altra persona, per sgravarti di un po' di lavoro.



Cara Mamma Natale,
come sono felice di avere qualcuno che accolga i miei desideri! Ma non potevano dirmelo prima che esistevi anche tu?

Naturalmente non pensare di cavartela con una maglia e un libro.
Perché qui non si parla certo di desideri acquistabili, si parla di cose serie.

Come prima cosa vorrei dormire di più.
Banale? Posso assicurarti che non lo è. Dopo 3 anni e mezzo potremmo cominciare a dormire una notte intera, che ne dici? Se proprio proprio è infattibile, facciamo un solo risveglio, dai. Mi accontento.

Vorrei essere più paziente (che poi, secondo me, è legato al punto precedente). Non è che non lo sono, ma vorrei esserlo di più. È la carta vincente quando si hanno dei figli (e un marito!), lo sai, vero? Ho fatto già moltissimi progressi nel corso della mia vita, non sono certamente la ragazzina sclerata di una volta, ma ancora non mi basta. Vorrei diventare proprio zen. Eppure le persone che ho accanto mi descrivono come tale. Forse dovrei essere più indulgente verso me stessa? Allora facciamo così, lascio a te la scelta: più zen oppure più indulgente.

Una casa autopulente e autoriordinante. Forse è un po' complesso. Facciamo una domestica? Così magari cucina pure. Che poi non è che mi dispiaccia cucinare, anzi. Mi diverte e mi talvolta mi dà anche qualche soddisfazione. È solo che questa cosa di doverlo fare ogni giorno, più volte al giorno, è impegnativa e perde il suo fascino.

Facciamo un ultimo desiderio, tanto non c'è un limite di tre come per Aladino, vero?

Viaggiare. Con la mia famiglia, of course.
Penso che i viaggi, anche a breve raggio, siano ciò che più arricchisce la persona. Scoprire posti nuovi, usanze differenti, cibi particolari. Ogni volta si aggiunge un ricordo felice, un pezzettino alla propria anima. Si impara ad aprire la mente.
Negli ultimi anni abbiamo avuto la possibilità di spostarci più volte, visitando il nostro bel Paese, che tanto ha da offrirci, sotto questo punto di vista.
Sarebbe bello non smettere mai.

Ecco, tutto qui. Puoi esaudirli, vero?
Aspetto fiduciosa.

Cari saluti,

Marta


stormoms tema del mese

6 commenti:

  1. Mi sento quasi una brutta persona: la mia letterina di Natale, che ho scritto qualche giorno fa, non è mica così profonda :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma qui non è questione di profondità, è più una questione di disperazione! ;)
      Vengo a curiosare la tua letterina!

      Elimina
  2. Allora... se prendi una domestica-tata può tenerti la bambina, cucinare e riordinare la casa mentre tu dormi, giusto? E così non ti resta che svegliarti riposata e partire per un viaggio, magari in Oriente così diventi più zen. Ho messo tutto, no? ;-)

    RispondiElimina
  3. Fantastico! ��
    Però no, dai, facciamo che la magia del sonno continuativo la fa direttamente alla bambina, così funziona sempre e dovunque, e la domestica fa solo la domestica! Anche perché non conosci la mia figliola non-auto intrattenente.. va a finire che la domestica fa solo la tata e io mi smazzo la casa! ;)

    RispondiElimina
  4. Caspita, son desideri mica da poco...non so se Mamma Natale è così potente ma spero che almeno per il primo possa metterci un po' di polvere magica. Se dormirai (dormirete) sarai a metà della lista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm.. E chi ci pensa all'altra metà? ;)

      Elimina