About

Chi sono? 

dindalon

Sono Marta, ho 30 anni e una bimba che si chiama Beatrice.

Dopo 10 anni come educatrice della prima infanzia (maestra di asilo nido, facciamo prima!), mi sono presa una pausa di riflessione per godermi la mia creatura e fare la mamma a tempo pieno, grazie anche all'appoggio di mio marito Alessandro, col quale condivido idee e progetti di questa nuova avventura.


L'intento di questo blog è quello di portarvi con me ad assaporare un mondo fatto di odori che sanno di buono, morbidezza e contatto. Mondo sconosciuto fino alla nascita della mia bambina, che mi ci ha letteralmente buttato dentro a sorpresa.
Sono passata da una gravidanza abbastanza distaccata, con idee abbozzate e superficiali su quel che sarebbe stato dopo, ad un turbinio di emozioni fortissime e inaspettate nell'esatto istante in cui è nata lei. Tutto ad un tratto mi sono sentita mamma per davvero.

Ho realizzato che quell'esserino caldo e profumoso dipendeva da me in tutto e per tutto, e giorno dopo giorno ho iniziato a mettere in discussione quello in cui credevo prima:


Chi l'ha detto che se un bimbo piange non bisogna prenderlo in braccio?
Perché dovrebbe dormire da solo nella sua cameretta?
Qual è il motivo per cui gli si lascia la libertà di autoregolarsi con le poppate e poi, durante lo svezzamento, gli si impongono orari e quantità di cibo?


Il mio istinto si faceva sentire a gran voce e, nonostante la società in cui viviamo sia molto distante da un'educazione ad alto contatto, che risponda alle esigenze di un bambino piccolo, io ho deciso di ascoltarlo.


Ma c'è di più. Man mano che Beatrice cresce, l'alto contatto si evolve e, con esso, i nostri racconti. Mi piace coinvolgervi anche nei nostri viaggi in famiglia, nelle ricette semplici e sane che prepariamo insieme, nel nostro tempo libero.

Questa è la mia esperienza di mamma. Riveduta e corretta.
 

Perché Dindalon?

Lo ripeto spesso a Beatrice quando la spingo sull'altalena o quando sale sulla sua mucca a dondolo (c'è chi ha il cavallo, chi la mucca!): dindalon, dindalon... una cantilena che accompagna il dondolio.
Ma, soprattutto, il termine "Dindalon" mi richiama alla mente il movimento accennato e dolce che si fa con un bimbo tra le braccia, mentre lo si culla.
E, quindi, quale modo migliore per intitolare un blog fatto di abbracci, coccole e giochi?





6 commenti:

  1. Ciao Marta! Sono venuta a curiosare sul tuo blog! :) Anche io ho un bimbo meraviglioso, poco più grande della tua. Ha due anni ed otto mesi ed è la gioia più grande che ho. I figli nascono dal cuore e li restano per sempre <3
    Un abbraccio!
    Micaela - Impastastorie

    RispondiElimina
  2. Ciao! Ma che bello ritrovarti qua, grazie!
    Non c'è niente di più magico di quest'avventura da mamma. :)
    Torna ancora! Un abbraccio anche a te!

    RispondiElimina
  3. Cara Marta, bella tu e bello il tuo blog, mi piace tantissimo! E poi il titolo è così tenero, parla proprio di intimità e coccole :-)
    Un abbraccio, ti aspetto su http://www.mammeonline.net così mi fai sapere se ti piace anche il mio sito.
    Bacioniiiii :-***
    Debora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Debora, ti ringrazio per i complimenti, mi fa tanto piacere!
      Arrivo sicuramente sul tuo sito!
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Ciao Marta.
    E' con molto piacere che ho scoperto il tuo blog e anche il tuo sito. Mi è piaciuta molto l'espressione che hai usato per definirti come mamma "riveduta e corretta", perché è come mi sento anch'io dopo la nascita dei miei due bambini: Matilde di 6 anni e Matteo di 4. Sono una psicologa dell'età evolutiva e tra poco anche psicoterapeuta sistemico familiare.
    Ultimamente sto lavorando su diversi progetti che hanno come destinatari i genitori, soprattutto in attesa di un bambino. Il messaggio che voglio portare con i miei interventi è appunto quello di riscoprire un dialogo continuo tra noi e i nostri figli, a partire da quando sono ancora nella pancia della mamma, perché solo così potremo diventare genitori "sufficientemente buoni" e crescere figli felici.
    Grazie per i tuoi contributi tutti molto interessanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, mi fa davvero molto piacere avere un riscontro positivo da una persona competente e del mestiere come te!
      Mi piace il messaggio che vuoi portare, trovo sia anche alla base di un buon rapporto di fiducia genitori-figli. È un messaggio importante e, purtroppo, non scontato.
      Grazie per essere passata di qua, se vorrai tornare ne sarò felice!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...