martedì 30 agosto 2016

Capitolo Scuola (1) - Il prima

Eccoci qui a 2 settimane dall'inizio della scuola materna. Quando si dice che il tempo vola, vola. Ad una velocità incredibile.


Tempo fa ho raccontato della mia angoscia rispetto a quello che per noi sarà un grandissimo cambiamento (se vuoi leggi qui), perché, tra le altre cose, io e Beatrice arriviamo da 3 anni passati sempre insieme.

In questi mesi ho avuto modo di lavorare un pochino su di me e ora mi trovo molto più serena a riguardo. Il "più" non posso certo ometterlo, ma il miglioramento lo sento realmente.

Mi preoccupava anche la reazione di Beatrice a questa notizia. Lei è una bimba molto sensibile e attenta, e questa novità avrebbe potuto scombussolarla non poco. Ecco perché abbiamo scelto di non parlargliene prima del tempo. Per quanto si possa descrivere la cosa, per un bambino rimarranno dubbi e perplessità a riguardo, fino al momento in cui la vivrà. E, per il carattere di Beatrice, mesi e mesi di interrogativi e pensieri in merito sarebbero stati troppi.

Abbiamo toccato l'argomento un paio di giorni fa, con naturalezza. Eravamo in macchina: "Sai che in quella stradina c'è la scuola in cui andrai tu?", semplicemente. Il giorno successivo ha scelto la stoffa per quelli che saranno i sacchetti in cui riporrà le sue cose.
La reazione è stata entusiasta! Sono conscia del fatto che tra il dire e il fare ne passa, ma sono davvero contenta di questo primo impatto positivo. Finora non abbiamo avuto conseguenze neanche sulla nanna, il che è una conferma delle mie buone sensazioni.

Non diventerà l'argomento delle prossime due settimane, ma continueremo a parlarne in modo semplice e naturale. Senza schiacciare l'acceleratore, se no tanto vale.
Stiamo leggendo un libro sulla routine dell'asilo ("A più tardi", di Jeanne Ashbé) già da prima che sapesse che la questione l'avrebbe toccata in prima persona, e stiamo aspettando l'arrivo di "I tre piccoli gufi", di Martin Waddell, che va proprio a toccare il tema del distacco.

Siamo (quasi) pronte.
Seguiteci in questo grande passo!


_


6 commenti:

  1. In bocca al lupo per l'inizio di questa nuova avventura!
    Un abbraccio!

    www.mammatoday.com

    RispondiElimina
  2. So cosa provi. Io e mia figlia: due anni sempre attaccate, in simbiosi. Le facevamo vedere l'asilo e lei era contenta ogni volta indicava con un dito. Il dubbio era: ma pensa ci andrete insieme? Piangerà? Vorrà andarci? Tutte grandi domande, tutti ansiosi di sapere come sarebbe andato il primo giorno e poi... poi lei entrava e neanche mi salutava: "mamma io devo andare a giocare!"
    In bocca al lupo per tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua esperienza mi rincuora! Qui tutti mi sottolineano che devo prepararmi psicologicamente alla sua sofferenza durante l'inserimento, ma io spero tanto che si sbaglino.
      Grazie e crepi!

      Elimina
  3. Ogni cambiamento va affrontato un passo (o passetto) alla volta.
    Se lei avrà bisogno di te per affrontare questo nuovo pezzo di strada saprai accompagnarla, se andrà già con le sue gambette saprai lasciarla andare :)
    In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  4. Un pezzetto per volta, senza fasciarmi la testa prima di romperla. Ce la faremo.
    Grazie :)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...