mercoledì 9 novembre 2016

Malattie stagionali - 4 rimedi naturali (+1)

Se per tre anni abbiamo scampato ogni tipo di influenza e malanni vari, con l'inserimento nel mondo scolastico siamo entrate nel tunnel della tosse e del raffreddore, che suppongo ci terranno compagnia si e no tutto l'anno.
D'altronde, con l'arrivo dell'autunno ed i suoi sbalzi climatici - combinato ad un insieme di bambini che vivono a stretto contatto (a portata di starnuto e dio solo sa cos'altro) - la frittata è presto fatta.
Non amo utilizzare medicinali, a meno che non sia strettamente necessario.

Come ci curiamo da queste malattie stagionali?

  • MIELE: è un sedativo della tosse che può sostituire tranquillamente i comuni sciroppi. La dose da prendere è pari a un cucchiaino prima di andare a dormire, e durante il giorno al momento del bisogno. L'alternativa è sciogliere la stessa quantità in una tazzina di acqua calda e succo di limone (si consiglia di NON somministrare il miele ai bambini di età inferiore ad 1 anno, per evitare eventuali infezioni dovute alla possibile presenza di botulino).
  • BAGNO TURCO FAI-DA-TE: questo è un rimedio suggerito dal nostro pediatra. Si tratta di coprire la doccia con un grande telo o un asciugamano, aprire l'acqua molto calda e sedersi al suo interno respirando il vapore che si crea (noi utilizziamo una sedia o uno sgabello di plastica per non bruciarci!). E' perfetto per liberare le vie respiratorie.
  • CAMOMILLA: un buon infuso di questo fiore, bevuto caldo con, eventualmente, l'aggiunta di limone, è un buon rimedio contro il raffreddore. Esistono anche altre tisane adatte, ma alcune di esse possono avere qualche controindicazione, dunque meglio rivolgersi ad un erborista di fiducia per individuare le più adatte.
  • CREMA AL TIMO: il timo ha proprietà espettoranti, balsamiche e antibatteriche che portano benefici alle vie respiratorie. La crema si spalma sotto la pianta dei piedi, sulla schiena, sulla fronte e sul petto. Ci sono una serie di accorgimenti da tenere in conto per usarla con i bambini: non si utilizza prima dei due anni perché l'effetto balsamico è  troppo forte e può irritare la loro pelle delicata. Stesso motivo per cui, dopo quell'età, consigliano comunque di applicarne una dose minima. Particolare attenzione anche ad evitare di spalmargliela sotto i piedi la sera, in quanto leggermente stimolante (non farei esperimenti!).
Un rimedio che pare essere molto valido è anche quello dei lavaggi nasali con la soluzione fisiologica, ma qui non sono molto apprezzati e, per ora, ce la caviamo con gli altri suggerimenti.

E voi, in che modo combattete le malattie stagionali?



6 commenti:

  1. Sono ottimi suggerimenti anche perché in genere graditi ai piccoli: spalmare lacrema al timo può diventare un massaggio, una coccola; lo sciroppo con miele, limone e acqua è molto gradevole anche per i puccoletti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo sciroppo, poi, è pure più gradito del mio! ;)

      Elimina
  2. Bravissima Marta, io anche cerco sempre di utilizzare i rimedi naturali ed evitare gli antibiotici!
    Ottimi consigli!

    RispondiElimina
  3. Grazie, Silvia!
    Credo sia sempre meglio puntare sul naturale, quando si può.

    RispondiElimina
  4. Io ricordo che da piccolina mi facevano fare i fumenti...testa chiusa sotto un asciugamano e "dentro" una pentola di acqua bollente. Mi piaceva tantissimo. Non ho ancora figli ma sia io che mio marito cerchiamo di utilizzare farmaci solo quando strettamente necessario, per il resto ci affidiamo ai buon vecchi metodi della nonna...preferiamo le cose più naturali possibili. Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li faccio ancora adesso, con il bicarbonato sciolto nell'acqua! Mia mamma li chiama "suffumigi":)
      Beatrice però è ancora piccola per resistere tanto tempo sotto l'asciugamano, e quello che chiamiamo bagno turco è una valida alternativa per i più piccoli!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...